Scegli il tuo tipo d'investimento per il futuro

In ogni momento della nostra vita deve esserci la propensione nel pensare al proprio futuro, anche finanziariamente. Spesso però non viene sentita come un’esigenza perché non c'è il senso d’urgenza. Vediamo come iniziare

Che tu sia uno studente universitario, un lavoratore agli inizi o in età più matura, devi sapere che è sempre il momento giusto per ragionare sulle tue finanze attuali, e quelle del futuro, e quindi investire oltre che risparmiare. In questo, è sempre bene avere l’appoggio di un buon consulente finanziario. Come quando ci preoccupiamo delle nostra salute ci rivolgiamo dal medico, così dovremmo fare quando pensiamo alle nostre finanze per un futuro stabile. Detto ciò dobbiamo sempre essere pronti a domandare e chiedere ciò che non capiamo, senza avere timore di sembrare poco “sul pezzo”.

Ancora meglio è informarsi e soprattutto auto-educarsi, al fine di capire meglio cosa si vuole e cosa sta succedendo.Partiamo dalle basi. Il primo passo è quello di capire il concetto di portafoglio di investimento: non siamo parlando di nessun oggetto tangibile ovviamente, ma tale portafoglio rappresenta l’insieme dei prodotti finanziari che tu o il tuo consulente detenete. La creazione di un portafoglio d'investimento ideale può essere in qualche modo paragonata alla realizzazione di un piatto gourmet. Si, hai letto bene: è necessario capire quali sono i vostri ingredienti e come è probabile che si comportino in relazione gli uni con gli altri. Mentre le obbligazioni e le azioni possono essere considerate complementari in un portafoglio, esse svolgono ruoli diversi. Le azioni rappresentano una partecipazione in una società quotata in borsa. Se detieni delle azioni, hai diritto a una parte degli utili della società sotto forma di dividendi o di utili di capitale nel momento in cui il valore delle azioni di una società aumenta. Chi ha un orizzonte d'investimento più lungo come ad esempio un venticinquenne che investe per la pensione, ha più tempo per recuperare dalle perdite e per sperimentare i guadagni, quindi detenere una percentuale più alta di azioni è generalmente consigliabile. Le obbligazioni d'altra parte, sono una categoria di investimento meno rischiosa. Se detieni delle obbligazioni, vorrà dire che presterai il tuo denaro all'ente governativo o alla società che ha emesso l'obbligazione. In cambio del prestito, l'emittente ti promette di pagare un determinato tasso d'interesse per tutta la durata dell'obbligazione e di rimborsarti l'importo originale del prestito in una determinata data futura. In altre parole, non parteciperai al possedimento di una parte della società o dell'ente emittente, ma ti limiterai a prestare denaro. Se il tuo obbiettivo è quello di evitare, o per lo meno, limitare i rischi, avere una percentuale maggiore di obbligazioni fa al caso tuo. Inoltre, questa relativa stabilità aiuta a bilanciare il rischio del tuo portafoglio grazie ai pagamenti a intervalli regolari.

Questi sono alcuni dei passi fondamentali per avere consapevolezza e controllo del tuo futuro finanziario. Continua a leggerci per scoprire altri aspetti essenziali, LaMiaConsulenza è il tuo punto di riferimento in materia.